Scuola italiana “Pietro Della Valle”

 
 

"Il grottesco quotidiano"
Racconti di Achille Campanile

Il grottesco quotidiano raccoglie dieci racconti del narratore e commediografo Achille Campanile (1900-1977) e continua l'esperienza del “laboratorio di traduzione” avviata lo scorso anno con la pubblicazione di “Alda Merini - quaderno di traduzioni”.

La scelta dell'autore è stata fatta seguendo il criterio dell'alternanza tematica e stilistica, oltre che di genere letterario, in modo da mantenere l'idea che è alla base del progetto stesso del “laboratorio”: far conoscere in Iran autori italiani non ancora tradotti e, nello stesso tempo formare giovani traduttori, quest'anno brillanti studentesse di italiano dell'Università Statale e dell'Università Azad Eslami, attraverso la modalità dell'auto-formazione e del confronto in èquipe.

Come è stato lo scorso anno, infatti, ciascuna traduttrice ha presentato al gruppo di lavoro la propria traduzione di un paio di racconti, sottoponendola alla revisione comune in uno spirito di condivisione e con l'obbiettivo di sviluppare la ricerca stilistica e la sensibilità letteraria. Il grande entusiasmo con cui le studentesse hanno affrontato il compito, riunendosi regolarmente presso la Scuola Italiana , dimostra da solo il successo dell'iniziativa e siamo certi che questo sarà soltanto il primo passo nella crescita professionale delle nostre giovani traduttrici. Vi è infatti una richiesta crescente di traduttori letterari, come dimostra il successo editoriale di opere recentemente pubblicate, e indubbiamente l'autore scelto potrebbe rappresentare, per la godibilità e la leggerezza umoristica che ne contraddistingue lo stile, un ottimo filone da sfruttare sotto la guida di persone più esperte che già hanno dato la propria disponibilità a seguire il gruppo di lavoro.

I racconti scelti sono tratti da “gli asparagi e immortalità dell'anima” (BUR, 1978). La selezione è stata fatta sulla base della rappresentatività dello stile e dei temi trattati nell'opera dello scrittore ma non si è potuto non tenere conto del criterio di “traducibilità” dei giochi linguistici e delle invenzioni verbali che costituiscono la cifra stilistica del nostro autore. È con rammarico quindi che alcuni racconti, veri e propri fuochi d'artificio verbali, non hanno potuto trovare posto in questa raccolta, che comunque dovrebbe ben rendere lo stile ironico e il gusto per la parola di Campanile.

Ci auguriamo che questo piccolo contributo sia da stimolo per far conoscere in Iran questo autore, la cui opera, come succede a volte ai grandi, fu riconosciuta soltanto dopo la morte dalla critica ufficiale. Achille Campanile è considerato l'inventore di un genere letterario e il precorritore del Teatro dell'Assurdo. La sua produzione letteraria è enorme e si estende dagli anni venti agli anni settanta del secolo scorso, ed è caratterizzata dal paradosso, dell'assurdo linguistico e dall'umorismo che risulta dal ribaltamento del senso comune, avvolte con effetti comici di “ straniamento” che lasciano un fondo di amarezza. Nonostante manchino completamente in Campanile i riferimenti storici, i racconti in traduzione non mancano di cogliere i cambiamenti della società, la modernizzazione, le mode, le manie e il consumismo. Per questo motivo e nonostante la vaghezza del contesto ne risulta un carattere di “italianità” che ci sembra particolarmente adatto a far conoscere un aspetto della nostra cultura.

In conclusione non possiamo che augurarvi buona lettura, sicuri che saprete apprezzare, attraverso il lavoro Samaneh Changhizi Ashtiani, Nastaran Shokoohi Koli, Solmaz Sheykhi, Negar Abbasi Boroojeni, Soroor Coliaei, questo piccolo assaggio dell'opera di un autore che, con grande autoironia, definiva le proprie intuizioni narrative e artifici verbali come “lampi di imbecillità”

Il coordinatore del laboratorio
Edoardo Menegazzo

Homepage
NEWS
Istituto
Cartina della Scuola
Photogallery
Corsi Italiano
extra
Giornalino
Staff
Contact
Download
Links
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©2004-2011 Copyrights of “Pietro Della Valle” School. All rights reserved.
Webmaster: Puia Razavieh